Magazine di notizie, attualità, cultura, viaggi e tradizioni

PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SPORTIVI

Categoria: Osteopatia
PREVENZIONE DEGLI INFORTUNI SPORTIVI

Dopo il riposo estivo per tutti gli sportivi arriva il momento di riprendere la propria attività ed iniziare la preparazione atletica per affrontare al meglio la nuova stagione.
Questa fase è molto delicata, e, se non è affrontata in modo corretto, possono verificarsi degli infortuni.
Come si può prevenire dunque il rischio di infortunio?
A seconda dello Sport l’atleta potrà andare incontro a determinati infortuni piuttosto che altri, proprio per questo è bene sapere quali siano.
Riportiamo due esempi:
· Nel runner insorgono maggiormente patologie a carico delle articolazioni di ginocchio, caviglia e piede: come tendinite dell’achilleo, fascite plantare, sindrome femoro rotulea e contratture muscolari;
· Nel calciatore troviamo per lo più problematiche legate alle articolazioni di ginocchio e caviglia: quali lesioni legamentose, lesioni muscolari e contratture muscolari.
Per prevenire gli infortuni, è bene conoscere i fattori di rischio dell’atleta, ovvero:
squilibri del sistema posturale;
stile di vita non idoneo;
alimentazione scorretta;
presenza di infortuni precedenti;
allenamento su superfici non idonee;
utilizzo di calzature non adatte.
Prima di iniziare una preparazione fisica, è consigliabile recarsi dal proprio fisioterapista di fiducia per effettuare una valutazione posturale, identificare eventuali problematiche ed eventualmente trattarle per risolvere il problema.
Nel caso di infortuni insorti precedentemente, è bene trattarli ed assicurarsi che ci sia stata una piena guarigione, evitando così delle ricadute.
Fatto questo l’atleta è pronto per iniziare una buona preparazione, dando importanza al riscaldamento, al defaticamento, agli esercizi propriocettivi, all’ esecuzione corretta del gesto atletico ed allo stretching. L’allungamento muscolare è infatti il modo più semplice ed indicato per ridurre la tensione muscolare e quindi il rischio di infortunio.
È importante che lo stretching sia lento e graduale, evitando movimenti troppo bruschi.
È consigliabile, inoltre, evitare l’aumento troppo veloce dei carichi di lavoro; tutto il percorso, infatti, deve essere graduale ed adattato all’atleta, in modo da rispettare i limiti del proprio corpo e non compromettere la corretta esecuzione del gesto atletico. Ogni atleta ha la propria struttura fisica, e per questo l’allenamento e gli obiettivi da raggiungere devono essere personalizzati.
FISIOMED segue gli atleti passo dopo passo durante la loro preparazione fisica, in modo da individuare e gestire eventuali problematiche, permettendogli cosi di praticare con serenità e passione lo sport che amano.

 

FISIOMED FISIOMED

Dott. Matteo Cochi – Cell. 3922485551

Dott. Matteo Fuso – Cell. 3279032936

Studio professionale di Fisioterapia ed Osteopatia

Allerona Scalo, Via della Libertà n. 1

Ciconia, Via Degli Aceri n. 58/60