fbpx
Magazine di notizie, attualità, cultura, viaggi e tradizioni

Lo shiatsu come aiuto negli stati d’ansia

Categoria: Shiatsu
Lo shiatsu come aiuto negli stati d’ansia

Cos’è e come si manifesta l’ansia?

La capacità di percepire l’ansia è di per sé una reazione sana dell’uomo in situazioni di vita minacciose.
Essa attiva tutti i sensi, rende attenti e incita a proteggersi. Le persone tendono a reagirvi con iperattività, frenesia e panico, oppure con uno stato di irrigidimento, «congelamento» o persino con la depressione, spesso con perdita di memoria o rimozione dell’accaduto.
Dal punto di vista fisiologico l’iperattività e l’irrigidimento si manifestano tramite il sistema nervoso, ad esempio attraverso accelerazione del polso, pressione arteriosa alta, respirazione difficoltosa, colpi di caldo o freddo, tremito, traspirazione, diarrea, bisogno di urinare, irrequietezza interiore, insonnia e incubi.
I muscoli si contraggono, possono indurirsi, il petto si restringe e la respirazione si fa corta, la circolazione e la digestione si inceppano e il sistema immunitario si indebolisce.
Le persone ansiose possono essere molto irritabili e avere repentini scatti di ira.

Come agisce lo shiatsu in caso di ansia?

Un aspetto fondamentale per il trattamento dell’ansia è un quadro terapeutico che ispiri fiducia.
Il tocco delicato del corpo mediante tecniche specifiche dello shiatsu consente l’equilibrio energetico e incentiva le risorse, il potenziale e le forze autoregolanti della persona.
Nervi, muscoli e respirazione si rilassano, le percezioni dei sensi e i pensieri entrano in sintonia tra loro.
La fiducia in se stessi e nel proprio cammino viene rafforzata.
L’accompagnamento empatico del terapeuta e il colloquio iniziale aiutano a riconoscere e definire i nessi legati all’insorgere e alla gestione degli stati di ansia.
L’ansia diventa così osservabile.
Si rende possibile affrontarla in modo consapevole e attivo, tanto da affievolirla.
Durante e dopo i trattamenti di shiatsu il cliente ha una percezione maggiore del suo corpo e della sua persona, assume consapevolezza per la sua irrequietezza interiore e le sue tensioni.
Impara a «lasciare andare», una sensazione liberatoria accompagnata da un’ampiezza interiore e stabilità, sente momenti di sicurezza in se stessa, ma anche una quiete interiore crescente, un rilassamento e una sensazione di fiducia.

Che cosa dovreste sapere sullo shiatsu?

Il trattamento avviene attraverso gli indumenti e la persona è distesa su un futon o un lettino per massaggi. L’operatore si serve dei pollici e dei palmi delle proprie mani esercitando una pressione dolce e profonda in specifici punti del corpo. Tensione e blocchi si sciolgono, il flusso energetico ritrova il suo equilibrio. Inoltre il contatto dà al corpo e alla mente sostegno.
Lo shiatsu può completarsi con un colloquio di counselling che aiuta a tenere il contatto con se stessi e l’ambiente che ci circonda, preserva la salute e mantiene la flessibilità interiore ed esteriore.
Lo shiatsu può accompagnare terapie convenzionali.

 

Claudia Micocci Claudia Micocci
Operatore Shiatsu Practer - Metodo Paolombini
Sistema Namikoshi - Mèzièrista
Insegnante A.I.M.I. Associazione massaggio infantile
Tel. +39 338 4048511